Quanto costa

Una solidarietà per tutte le tasche

È possibile aderire ai progetti di sostegno a distanza promossi dal Cesvitem attraverso tre diverse modalità: sostegno singolo, sostegno gruppo e sostegno progetto. In tutti i casi contributi indicati sono versabili in un’unica soluzione o con la periodicità scelta dal sottoscrittore.

Formula "Sostegno singolo"

Con un contributo annuo di 240 euro è possibile sostenere un bambino o un ragazzi , di cui, al momento della sottoscrizione, si riceve una scheda con la foto e i dati personali. Una volta all'anno, nel periodo natalizio, si riceverà una lettera personalizzata scritta dal beneficiario apposta per il suo sostenitore (a cui è possibile rispondere), nonché un aggiornamento fotografico.
Fa eccezione il Progetto Becas in Perù, per il quale è previsto un contributo di 320 euro da versare in un’unica soluzione entro il mese di febbraio di ogni anno (in caso di iscrizioni a istituti post secondari o a facoltà universitarie il contributo sarà quantificato caso per caso).

Formula "Tutti dentro"

Con un contributo annuo di 120 euro è possibile partecipare al sostegno del gruppo di bambini iscritti al progetto ma non ancora formalmente sostenuti a distanza da un sostenitore. Al momento della sottoscrizione si riceve la scheda con la foto e la storia di un testimone scelto all’interno del gruppo. Anche in questo caso il sottoscrittore riceve, una volta all'anno, una lettera del testimone e un aggiornamento fotografico, che saranno però uguali per tutti coloro che sceglieranno di aderire attraverso questa formula.

Formula "Sostieni un diritto"

Con un contributo annuo di 60 euro è possibile contribuire alle attività di una specifica area di intervento del progetto, scelta in base ai bisogni emersi in loco.  Nel caso dei progetti in Perù (Pininos e Becas) i fondi saranno utilizzati per le attività dell’area sanitaria, garantendo la promozione del diritto alla salute tramite la copertura di spese straordinarie per campagne di prevenzione, esami, visite specialistiche ed emergenze. Nel caso dei progetti in Mozambico (Esperança, Kukula, Ntwanano e Ohacalala). I fondi saranno invece utilizzati per le attività dell’area alimentare, garantendo la promozione del diritto al cibo tramite distribuzioni alle famiglie di alimenti di base e di kit di sementi e attrezzi agricoli. I sottoscrittori che sceglieranno questa formula riceveranno una volta all'anno un report delle attività realizzate.