Detrazioni fiscali

La solidarietà conviene

Il Cesvitem è una Organizzazione non governativa (Ong) riconosciuta dal Ministero Affari Esteri. Pertanto i contributi erogati al Cesvitem da persone fisiche e giuridiche sono deducibili dal reddito imponibile (Irpef e Irpeg) nella misura massima del 10% del reddito stesso, fino ad un massimo di 70.000 euro (art. 14, comma 1 del D.L. 35/05 convertito in legge n. 80 del 14/05/2005).

In alternativa, dal momento che il Cesvitem è registrato anche come Organizzazione non lucrativa di utilità sociale (Onlus), le persone fisiche possono portare i contributi in detrazione d'imposta in ragione del 19%, fino a un massimo di 2.065 euro (art.13-bis, comma 1 lettera i-bis del D.P.R. 917/86). In virtù delle modifiche introdotte dalla legge 96/2012, la soglia di detrazione salirà al 24% dall’anno fiscale 2013 e al 26% dall’anno fiscale 2014, sempre con un limite massimo di 2.065 euro.

La scelta tra deducibilità e detrazione d'imposta spetta al contribuente, sulla base del maggiore beneficio fiscale derivante dalla situazione del reddito imponibile. Ricordiamo che la deduzione si applica al reddito imponibile (quello su cui vengono applicate le aliquote percentuali delle imposte sui redditi), mentre la detrazione si applica all'imposta.

Importante: per usufruire di tali agevolazioni fiscali è necessario effettuare i versamenti tramite conto corrente postale o bancario e conservare le relative ricevute.