Ultime notizie

Dieci Clubes de madres… in cerca d'autore

Sono dieci i cantieri che la nostra sede di Trujillo avvierà nei prossimi mesi per ristrutturare le sedi di altrettanti Clubes de madres. Dieci "seconde case" per centinaia di bambini, fulcro del nostro impegno per il diritto al cibo e all'istruzione in Perù.

A Los Geranios c’è urgenza di sistemare il tetto e gli infissi. Al Rosa de America di piastrellare la cucina. Al San Francisco de Asis di rifare l’impianto elettrico e quello idraulico. E la lista continua. Sono dieci i Clubes de madres di Trujillo, collegati al progetto di sostegno a distanza Pininos, che attendono un intervento di ristrutturazione. Dieci cantieri che contiamo di aprire nei prossimi mesi, per dare dignità a delle strutture che rappresentano il cuore del nostro impegno in Perù.

“Le sedi dei Clubes - racconta da Trujillo il rappresentante del Cesvitem Attilio Salviato - sono come una seconda casa per centinaia di bambini. La prima “casa”, quella della loro famiglia, è spesso una baracca o poco più, due o tre stanze quando va bene in mattoni crudi e lamiera. Ai Clubes trovano un pasto caldo, un ambiente accogliente dove poter fare i compiti, tante attività che li tengono lontani dalla strada. Tutte le nostre storie più belle nascono in questi spazi. Prendiamo Alexander, il nostro ultimo laureato. Se diciassette anni fa sua mamma non l’avesse accompagnato al Club de madres Santa Rosa de Lima, il suo lungo cammino verso la laurea in Ingegneria agroindustriale probabilmente non sarebbe mai cominciato. Per questo prendersi cura di questi spazi è assolutamente fondamentale”.

Localizzate nei distretti periferici della città, le sedi dei Clubes de madres condividono con i quartieri in cui sono inserite l’assoluta semplicità dal punto di vista architettonico, che in alcuni casi sfocia in una precarietà a livello strutturale, di salubrità e di adeguatezza rispetto all’accoglienza dei minori e alle attività che vi vengono svolte. A maggior ragione considerando il fatto che ogni giorno sono frequentate da decine di persone, con una conseguente progressiva usura. “Ogni anno ci dedichiamo alla sistemazione di qualche Club. Quest’anno il lavoro da fare è molto, perché sono ben dieci gli immobili su cui è necessario intervenire. Club per club saranno realizzati interventi mirati a seconda delle necessità: si va dal rifacimento di tetti e pavimenti alla sistemazione di bagni, infissi e impiantistica, passando per la fornitura di mobilia e attrezzature per le cucine”. Il budget complessivo è relativamente contenuto, circa 40.300 euro, ovvero in media meno di 3.400 euro per Club.

“Una attenzione particolare - conclude Attilio - sarà riservata alle “aulas-comedores”, ovvero il locale più ampio all’interno di un Club, attrezzato con tavoli e panche e utilizzato per la distribuzione dei pasti e, in orario pomeridiano, per le attività di doposcuola. In pratica il cuore di Pininos, lo spazio comunitario dove le madri portano avanti la loro quotidiana battaglia per garantire cibo e istruzione ai loro figli”.

Vuoi sostenere l’impegno della mamme di Trujillo per il futuro dei loro figli? Scopri come versare il tuo contributo cliccando sul link “Sostieni questo progetto” nel box approfondimenti.

Notizia del 21/01/2016


Ultime notizie