Ultime notizie

Mozambico: cambio al vertice per Watana

Il presidente di Watana Avelino Muligeque

Mozambico, cambio al vertice per Watana

Avelino Muligeque è il nuovo presidente dello storico partner del Cesvitem nel nord del Mozambico: un cambiamento nel segno della continuità, per proseguire sulla strada dell'autosviluppo

Cambio al vertice di Watana. L’Assemblea dei soci dell’associazione mozambicana, storico partner del Cesvitem per i progetti nel nord del paese, ha eletto alla presidenza Avelino Muligeque. Avelino prende il posto di Adolfo Saquina, presidente di Watana fin dalla sua fondazione, che a sua volta assume l’incarico di coordinatore dei progetti, in particolare del progetto di sostegno a distanza Ohacalala. Jacinto Wahocha e Joao Mugilahumo sono stati invece confermati rispettivamente vicepresidente e tesoriere. Tutti i nuovi amministratori fanno parte, assieme a Elias Benedito, del gruppo fondatore dell’associazione.

Watana (“unità” in lingua macua) è stata infatti fondata nel 2002 a Monapo da un gruppo di ex studenti dell’EIC (Escola Industrial de Carapira), uno dei più importanti istituti tecnico-professionali del nord del Mozambico, riabilitato e potenziato dal Cesvitem negli anni ‘90 dopo la conclusione della guerra civile. Grazie alla concessione di cinque borse di studio, tra il 1995 e il 2000 ebbero l’opportunità di perfezionare i loro studi in Europa: Adolfo e Jacinto, grazie al Cesvitem, in Italia, Avelino, Joao ed Elias in Portogallo. Una volta rientrati in Mozambico, oltre a prendere servizio come docenti presso l’EIC (ruolo ancora ricoperto da Jacinto, Elias e Joao), nel 2002 hanno costituito Watana, allo scopo di promuovere progetti di solidarietà a favore dei bambini più poveri del distretto di Monapo,

Fin da subito l’associazione, vista l’esperienza dei fondatori, si è concentrata sulla promozione del diritto all’istruzione, nella convinzione che investire nella formazione delle giovani generazioni sia fondamentale per garantire una sviluppo reale e duraturo del Mozambico. Ciò è avvenuto in particolare attraverso il progetto Ohacalala e numerose iniziative per il rafforzamento della rete scolastica dell’area di Monapo, attraverso la costruzione di nuove aule, pozzi e servizi igienici e la fornitura di arredi e materiale scolastico.

In questi nove anni di attività Watana si è dimostrata un partner estremamente affidabile per i progetti Cesvitem nel nord del Mozambico. “Una grande testimonianza di autosviluppo - sottolinea il presidente del Cesvitem Simone Naletto -, concretizzatasi in numerosi progetti la cui qualità è stata più volte sottolineata anche dalle autorità locali. Ma al di là delle iniziative realizzate, siamo convinti che i membri di Watana rappresentino una splendida testimonianza di come la possibilità di studiare sia la via maestra per il riscatto, personale e collettivo, delle nuove generazioni africane. Al nuovo presidente e ai suoi collaboratori inviamo i migliori auguri di buon lavoro, nella certezza che Cesvitem e Watana cammineranno fianco a fianco ancora a lungo”.

Notizia del 22/03/2011


Ultime notizie