Ultime notizie

Bilancio consuntivo 2009: tutti i dati on line

Con la revisione contabile curata dallo Studio Niccoli di Bologna si concluso l'iter relativo al Bilancio 2009. In ossequio al principio di trasparenza, pubblichiamo on line la versione integrale del rendiconto finanziario

Nel mese di luglio, con la revisione contabile curata dallo Studio Niccoli di Bologna, si è definitivamente chiuso l’iter riguardante il Bilancio consuntivo 2009 del Cesvitem. In ossequio al principio di trasparenza che da sempre anima il nostro operato, pubblichiamo on line tutti i dati del rendiconto finanziario, completando così i rapporti di attività dei singoli progetti di sostegno a distanza pubblicati nelle scorse settimane.

La Relazione di gestione prende le mosse dal difficile contesto generale in cui il Cesvitem, come d’altronde tutte le associazione impegnate nel campo della solidarietà internazionale, si è dovuto muovere nel corso dello scorso anno. “L’onda della crisi finanziaria che ha investito le famiglie sembra non abbia esaurito la propria spinta, mantenendo inalterato il senso di incertezza dell’immediato futuro. Con l’incertezza cambiano anche le prospettive personali e, di riflesso, il sostegno alla solidarietà: la generosità, a malincuore, deve fare i conti con l’esigenza di far quadrare i bilanci familiari. La situazione è assai più grave a livello pubblico; i governi, in particolare quello italiano, impegnati a fronteggiare la crisi, effettuano dei tagli alla spesa pubblica ridimensionando continuamente i finanziamenti destinati alla cooperazione internazionale. Non di certo va meglio alle istituzioni locali che dispongono sempre di minori risorse finanziarie. Le poche risorse disponibili vengono infine erose consistentemente dalle grandi campagne mediatiche legate a eventi catastrofici che catalizzano l’attenzione della gente”.

A dispetto di tale scenario, il Cesvitem, anche nel presente esercizio è riuscita ad ottenere risultati abbastanza soddisfacenti, seppur chiudendo l’esercizio in perdita. “Nel 2009 - prosegue la relazione - si sono registrati contributi da privati a favore di undici progetti di cooperazione in Ciad, Kenya, Mozambico e Perù per euro 119.234, con un incremento di euro 35.390 (30%) rispetto a quelli incassati nel 2008. Al contrario, in calo i contributi per i progetti di sostegno a distanza: euro 676.951 contro gli Euro 727.431 del 2008 con la differenza negativa di 50.480 (7%). Questa decremento è la diretta conseguenza della diminuzione del numero di sottoscrizioni ai progetti di sostegno a distanza attive che sono 2.707 (40 in meno rispetto all’anno precedente, erano 2.747) e dei problemi economici che affliggono il Ppaese. Complessivamente, includendo anche iniziative minori, si è passati dagli euro 816.210 incassati nel 2008 agli euro 799.199 del presente esercizio, con un introito inferiore di euro 17.011, ovvero il 2%”.

I dati appena esporti “indicano sostanzialmente due cose: la prima che, pur in momenti di difficoltà, i nostri sostenitori non mancano al loro appuntamento con la solidarietà; la seconda che c’è la tendenza a sostenere iniziative senza vincoli temporali (progetti) evitando di assumere impegni della durata pluriennale (come il sostegno a distanza), considerata l’insicurezza generale. Ne consegue che l’associazione è stata costretta a fronteggiare un maggiore ricambio di sostenitori, con i rischi che ne conseguono, e a cercare nuovi canali di finanziamento ampliando le opportunità d’investimento, come ad esempio le pergamene solidali, che hanno registrato contributi per euro 16.324”.

La versione completa del Bilancio consuntivo 2009, comprensivo della Relazione di gestione, è disponibile nella pagina dedicata raggiungibile dal link nel box Approfondimenti.

Notizia del 19/07/2010


Ultime notizie