Ultime notizie

In coro per l'Africa: che successo con il Piccolo Coro!

Approfondimenti

In coro per l'Africa: che successo con il Piccolo Coro!

Pubblico delle grandi occasioni a Mirano per il concerto della celebre corale dell'Antoniano: uno splendido pomeriggio di musica e solidarietà nel segno del diritto all'istruzione

Un pomeriggio di canzoni e solidarietà, di divertimento e riflessione. Un abbraccio ideale tra bambini del Nord e del Sud del mondo nel nome della musica. È stato un grande successo “In coro per l’Africa” il concerto di beneficienza del Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna, promosso dal Cesvitem sabato 19 giugno in occasione dell’Iday, la Giornata internazionale dell’infanzia africana. Un successo in primo luogo di pubblico, con oltre 320 spettatori a gremire il Teatro di Mirano. Ma un successo anche di contenuti, con la promozione del diritto all’istruzione in Africa, scopo dell’Iday, a far da filo conduttore a tutto lo spettacolo.

Gran merito per la riuscita dell’iniziativa va ovviamente al Piccolo Coro, magistralmente diretto da Sabrina Simoni, che ha sfoderato tutta la sua grinta ed energia in un ricco programma che ha fin dalle primissime battute coinvolto tutti, grandi e piccoli. Esecuzioni in perfetto equilibrio tra la leggerezza delle melodie e la profondità dei messaggi contenuti in ogni singolo brano, che hanno permesso un viaggio a tutto tondo tra i diversi significati del diritto all’istruzione: da un lato apprendimento delle nozioni base, come leggere, scrivere e fare di conto; dall’altro acquisizione di un “sapere” ad ampio raggio, apertura al mondo, capacità di difendere i propri diritti e di assumere un ruolo da protagonisti nella propria vita e nella propria comunità. “Siamo riusciti nel nostro intento - sottolinea il presidente del Cesvitem Simone Naletto - di unire due voci. Da un lato le splendide voci del Piccolo Coro, senza dubbio il coro infantile più celebre del mondo, che proprio a Mirano ha chiuso la sua stagione concertistica. Dall’altro lato le voci che speriamo di riuscire a restituire a tutti i bambini che ancor oggi, in Africa, non vanno a scuola, per dar loro la possibilità di farsi sentire, di crescere, di far valere i loro diritti”.

“La promozione del diritto all’istruzione - prosegue Naletto - è il cuore dell’impegno della nostra associazione nel Sud del mondo, perché solo investendo sulle nuove generazioni possiamo aiutare interi popoli a camminare sulla strada dell’autosviluppo. Per questo dal 2009 facciamo parte della rete di Iday Italia. E per questo abbiamo pensato a questa iniziativa, nella convinzione che lo spirito che anima fin dalla sua fondazione il Piccolo Coro, grazie all’impegno di quella eccezionale educatrice che è stata Mariele Ventre, si accompagni alla perfezione con il senso di questa giornata: mettere i bambini e i loro diritti al centro dell’attenzione, dar loro l’occasione di crescere e di sviluppare le loro capacità e potenzialità è un passo fondamentale per la costruzione di un mondo migliore”.

Grazie ai contributi della Provincia di Venezia, del Comune di Mirano e di numerose realtà economiche del territorio, la cui generosità ha permesso di coprire tutte le spese, l’intero ricavato della vendita dei biglietti, pari a 2.600 euro, è stato devoluto al progetto per la costruzione del Centro comunitario di Xipamanine.

Notizia del 21/06/2010


Ultime notizie