Ultime notizie

Con il Cesvitem… si vince!

Simone Adami e Alessio Zandanel, studenti di Pubblicità e Comunicazione d’Impresa all'Università di Trieste, premiati nel concorso creativo "Dai Avrai" con una campagna pubblicitaria legata al Progetto Guarderia

Con il Cesvitem... si vince! La nostra associazione è stata indirettamente protagonista della terza edizione di "Dai-Avrai", contest creativo promosso dall’Università di Trieste - Facoltà di Scienze della Formazione in collaborazione con l’associazione Goffredo de Banfield e con l’ADCI- Art Directors Club Italiano. Il premio per la comunicativa e l’impatto sociale è stato infatti assegnato a “Bread Bag”, campagna multimediale ideata dagli studenti Simone Adami e Alessio Zandanel e legata al Progetto Guarderia Moche promosso dal Cesvitem.

Il concorso, che quest’anno era incentrato sul tema “Da commerciale a sociale: la comunicazione ai tempi dell’integrazione”, è rivolto agli studenti del corso di laurea magistrale in Pubblicità e Comunicazione d’Impresa dell’ateneo triestino, e in particolare del corso di Grafica tenuto dalla professoressa Mitti Cavallar: divisi in coppie creative, formate da un art director e un copywriter, i ragazzi sono chiamati ad elaborare una campagna pubblicitaria, ipotizzando annunci stampa o possibili nuovi eventi e manifestazioni.

Tra i diciotto lavori presentati quest’anno, l’elaborato di Simone Adami e Alessio Zandanel, incentrato sullo slogan “Arabo, nero o bianco? Diciamo pane al pane: ognuno ha i suoi gusti e conoscerli vuol dire rispettarli”, si è come detto aggiudicato il premio per la comunicativa e l’impatto sociale, assegnato dall’associazione Goffredo de Banfield con la seguente motivazione:  “Per l’elevata capacità di saper diffondere semi di solidarietà nonché per la capacità di comunicazione creativa contenute in un messaggio che richiama con grande efficacia ai temi dell’integrazione, della tolleranza, della diversità e del pluralismo culturale come risorsa e come fattore di un nuovo sviluppo che nasce da accoglienza e condivisione. Il lavoro sa inoltre comunicare un fondamento delle mission del volontariato quale quello della necessità di un’unione, atta a creare una forza comune, gentile e salda, portatrice di umanità, equità e valori solidali”.

“Ci congratuliamo di cuore con Alessio e Simone - sottolinea il presidente del Cesvitem Simone Naletto -, augurandogli che questo successo sia un buon viatico per il loro futuro professionale. Al di là del riferimento al Progetto Guarderia Moche, i valori di conoscenza e rispetto reciproci fra culture e popoli testimoniato dal loro lavoro rappresentano la base fondamentale dell’impegno che come Cesvitem portiamo avanti dal 1987. In questo senso siamo convinti che i mezzi di comunicazione possano giocare un ruolo fondamentale per la costruzione di un mondo migliore. E in questo senso vanno gli sforzi realizzati negli ultimi anni dalla nostra associazione per il rafforzamento dei canali comunicativi con amici e sostenitori:il fatto che Andrea e Simone abbiano scoperto il Cesvitem attraverso il nostro sito internet è da questo punto di vista un fatto sicuramente significativo”.   

Notizia del 20/04/2010


Ultime notizie