Il Girotondo: ultimo numero

  • S
  • S
  • A
  • a

La ricerca della semplicità (numero 1 - gennaio 2020)

editoriale a cura di Simone Naletto

Un anno si chiude, un nuovo anno si apre, con tante speranze e, speriamo, nuove opportunità. Sembra un paradosso, ma c’è bisogno di qualcosa di nuovo che ci faccia ritrovare modi di vivere e sentire che sembrano vecchi, anzi antichi, Un anno si chiude, un nuovo anno si apre, con tante speranze e, speriamo, nuove opportunità. Sembra un paradosso, ma c’è bisogno di qualcosa di nuovo che ci faccia ritrovare modi di vivere e sentire che sembrano vecchi, anzi antichi, come certi sapori ritrovati nelle feste appena concluse. Abbiamo, soprattutto, bisogno di chiudere la stagione dei muri, delle chiusure, delle esclusioni e delle paure. Non basta che i giovani facciano sentire forte la loro voce in una protesta che vuole affermare il diritto al dialogo, a un comportamento più umano per tutti, alla fine dell’odio. È necessario che queste parole d’ordine, ventata fresca che spazza via l’aria stantia degli egoismi consolidati, diventino patrimonio di tutti, cosicché l’anno che si apre possa davvero rappresentare una svolta verso un mondo migliore. Se è vero che la terra è in pericolo per i drastici cambiamenti climatici e per il consumo scriteriato delle energie di base, è anche vero che senza dialogo, senza concordia, non abbiamo nessuna possibilità di salvezza.Per questo sentiamo tutti il bisogno di tornare a una convivenza meno conflittuale, con la voglia di riscoprire sentimenti semplici e più umani, esistenze vivibili, aiutate e non complicate dallo straordinario sviluppo tecnologico. Sembra anche troppo semplice, ma è proprio ‘semplicità’ la parola chiave del nostro possibile rinnovamento. E tra le cose semplici da ritrovare nel bagaglio del nostro passato vi è anche l’arte del donare. Donare perché è nel dono che possiamo esprimere con maggiore chiarezza la nostra umanità. Arte, perché richiede apertura e creatività, unite a una matura consapevolezza.Anche noi che viviamo tutti i giorni la complessità e la vastità dei problemi di continenti diversi, cerchiamo nell’anno che si apre, con un nostro impegno rinnovato, la forza per continuare il dialogo, promuovere l’accoglienza, rafforzare la solidarietà con i poveri di tutto il mondo.Perché continua ad essere questa la nostra vera patria: un mondo dove troppe voci chiedono ancora aiuto e dove l’unica vera nostra colpa può essere quella di non ascoltare abbastanza. Per questo non ci stanchiamo di rivolgere a tutti il nostro appello. Noi siamo solo un tramite tra la nostra società e le molte realtà dei poveri nel mondo. Chi ci ascolta e ci aiuta si fa protagonista di una storia nuova, dove i muri cadono e le mani si incontrano.


In questo numero:

Dossier
Un nuovo anno assieme
Una luce in più da lassù: grazie Eugenio
Immigrati: sbarchi in calo anche nel 2019

Progetti
Energy with Africa: un progetto illuminante
Il cuore d’oro di Señora Lidia
Primi passi di Cuaderno y Comida II

Voci dal Nord
Un atto che aiuta in eterno


Scarica Adobe Reader Per leggere Il Girotondo è necessario utilizzare
Adobe Acrobat Reader (versione 7 e successive)

[#WIDGET-SOCIAL#]