Risultati 2007

  • S
  • A
  • a

Il 5 per mille batte la crisi

Il cinque per mille batte la crisi. L’abbiamo ripetuto spesso: le difficoltà economiche di questi mesi mettono le associazioni impegnate nella solidarietà internazionale tra il martello e l’incudine. Da un lato aumentano le richieste di aiuto dal Sud, dall’altro, calando le donazioni, diminuiscono le capacità di risposta. Il contributo relativo alla campagna fiscale 2007 (48.041 euro frutto di 1.286 firme), accreditato il 21 dicembre 2009 dall’Agenzia delle Entrate, ci ha permesso così di dare risposta ad alcune emergenze che rischiavamo di non poter coprire.

Così, 21 mila euro sono stati destinati alle famiglie più bisognose dei progetti di sostegno a distanza Kukula ed Esperança, promossi dalla nostra sede mozambicana nelle periferie della capitale Maputo. Nel dettaglio, 11.520 euro sono stati utilizzati per l’acquisto di beni di prima necessità, in particolare generi alimentari, per sostenere le famiglie più in difficoltà in quello che, soprattutto nelle periferie delle grandi città del Sud del mondo, è stato l’anno della fame, a causa dell’aumento dei prezzi dei beni di prima necessità. Altri 5 mila euro sono stati spesi per l’acquisto di medicinali per i beneficiari di Esperança, il progetto che coinvolge bambini e ragazzi vittime dell’Aids. Infine 4.480 euro sono stati destinati all’acquisto di testi scolastici, ovviando così alla mancata fornitura gratuita di libri, prevista per legge, verificatasi in molti istituti nel corso dell’ultimo anno scolastico.

Altri 13.900 euro sono stati invece destinati a due progetti di cooperazione in ambito educativo: 8.900 euro sono stati destinati alla costruzione della scuola primaria di Carapira, nel nord del Mozambico, mentre 5.000 euro hanno permesso di completare la raccolta fondi per la costruzione di un'aula della St. Regina secondary school di Nairutia (Kenya).

Infine 13.141 euro sono stati utilizzati per iniziative di sensibilizzazione e comunicazione in Italia, coprendo tra l'altro le spese per la pubblicazione (stampa e spedizione) della rivista associativa Il Girotondo, inviata gratuitamente a tutti gli amici e i sostenitori dell’associazione.