Centro Esperanša

  • S
  • A
  • a

Centro Esperanša

L'ingresso del Centro Esperanša a Maxaquene

Report finale (febbraio 2006)

Quello che abbiamo fatto

La costruzione del Centro Esperança, è iniziata il 18 maggio 2005 con l’inizio delle pratiche burocratiche per l’ottenimento dei documenti necessari (licenza di costruzione da parte del Municipio di Maputo, nulla osta delle autorità politiche del quartiere e dei vigili urbani della città). I lavori hanno interessato un’area nel quartiere periferico di Maxaquene C, dove risiede la maggior parte dei beneficiari del Progetto Esperança. Sul terreno, appositamente acquistato dalla rappresentanza del Cesvitem Mozambico, sorgeva originariamente un’abitazione, che date le pessime condizioni e la mancanza di fondamenta, è stata completamente abbattuta. Sullo spazio disponibile (170 mq) il Centro è dunque stato costruito ex novo.

I lavori sono cominciati il 2 giugno 2005, con la preparazione del terreno e con l’inizio degli scavi per le fondazioni. Tra giugno e novembre i lavori sono proseguiti con regolarità, grazie anche all’assoluta mancanza di piogge che ha notevolmente facilitato le varie fasi della costruzione. Nel cantiere sono stati impiegati in fasi differenti 20 lavoratori locali: un capo muratore, due muratori e cinque manovali; un maestro carpentiere con due aiutanti; un maestro elettricista con un aiutante; un maestro idraulico con un aiutante; un maestro ferraiolo con un aiutante; un maestro pittore con due aiutanti. Gli ultimi lavori (montaggio dell’impianto elettrico e idraulico) sono stati ultimati a dicembre e a gennaio, dopo la consegna dell’opera da parte del costruttore, il Centro è entrato ufficialmente in funzione come sede per le attività di  Esperança e punto di riferimento per l’equipe degli operatori, per i bambini coinvolti nel progetto e per le loro famiglie.

Come da progetto è stata realizzata un struttura di sei ambienti più servizi. Nel dettaglio sono stati costruiti: un ingresso-ricezione (9 mq), un magazzino-archivio (7 mq), una sala per attività collettive (15 mq), una sala per riunioni e feste (36 mq), una cucina (15 mq), un magazzino per prodotti alimentari (4 mq), un wc per gli operatori (3 mq), due wc esterni per i bambini (12,5 mq) e un deposito idrico da 3.0000 litri sopraelevato. Inoltre il cortile esterno (36 mq) è stato completamente ricoperto con una tettoia per garantire la possibilità di svolgere attività all’aperto in qualsiasi condizione meteorologica.

    Sono state inoltre eseguite le seguenti opere complementari:
  • è stato riabilitato il muro perimetrale del terreno su cui sorge il Centro
  • è stato montato un nuovo portone in ferro per l’entrata principale, in sostituzione di quello preesistente reso inservibile dalla ruggine
  • è stata realizzata all’ingresso una rampa in cemento per permettere l’accesso dei veicoli al cortile interno per il carico e lo scarico di merci

Fondi raccolti e rendiconto finanziario

A favore di questo progetto sono stati versati 247 contributi, per un totale di 34.899 euro. Rispetto al budget iniziale (25.000 euro), il costo dell’opera è salito a causa dell’aumento dei prezzi dei materiali. Tuttavia la generosità di chi ha aderito ci permette di coprire le spese non preventivate. Al 31/12/2005 (di seguito il riepilogo) le spese sostenute ammontano a 23.387,18 euro. L’eccedenza dei contributi rispetto alle spese sostenute sarà utilizzato per l’acquisto di ulteriore mobilia.

Item Previsto Speso Differenza
Fondazioni 1.786,00 3.705,70 -1.919,70
Pareti e intonaco 4.391,00 5.984,37 -1.593,37
Struttura in cemento armato 1.140,00 1.196,56 -56,56
Tetto 3.293,00 1.455,92 1.837,08
Infissi 1.764,00 1.518,57 245,43
Arredo bagni e cucina 1.425,00 1.363,96 61,04
Rifornimento idrico 505,00 745,30 -240,30
Impianto idrosanitario 961,00 698,46 262,54
Tinteggiatura 888,00 431,71 456,29
Impianto elettrico 651,00 743,43 -92,43
Manodopera 3.201,00 2.334,53 866,47
Licenza 0,00 1.797,07 -1.797,07
Gestione generale 0,00 1.411,60 -1.411,60
Arredo 4.995,00 0,00 4.995,00
TOTALE 25.000,00 23.387,18 1.612,82