Scuola primaria di Carapira

  • S
  • A
  • a

Il progetto

Al fine di promuovere il diritto all’istruzione, il Cesvitem e la ong mozambicana Watana sono impegnate dal 2002 nella realizzazione di attività e progetti per favorire l'accesso a scuola di bambini e ragazzi residenti nei villaggi del distretto di Monapo, zona rurale nel nord del Mozambico.

In quest’ottica rientra il presente progetto per il potenziamento della scuola primaria di Carapira, villaggio di 7.527 abitanti a 15 km dal capoluogo Monapo Vila. Tale istituto è una scuola statale completa, comprendente cioè sia l’EP1 (classi 1ª-5ª) che l’EP2 (classi 6ª-7ª). Nel 2007 è frequentata da 1.366 alunni (713 maschi e 653 femmine). A livello di strutture è formata da:

  • due strutture in paglia e fango, realizzate nel 2001 e comprendenti sei aule dell'EP1, una delle quali è però crollata nel 2005, provocando il ferimento di 3 alunni;
  • un blocco di 3 aule in muratura utilizzato come EP1 costruito nel 2001;
  • un immobile a ferro di cavallo di proprietà delle missionarie Comboniane, utilizzato come EP2 e comprendente 7 locali (5 aule e 2 uffici). Le missionarie hanno chiesto la restituzione dell’immobile per poterlo utilizzare per le attività parrocchiali.

Le lezioni sono organizzate in tre turni (7-12, 12.15-17.15 e 18-23), con una media di 60 alunni per classe. I servizi igienici sono costituiti da semplici buche scavate nel terreno, mentre non è disponibile acqua potabile. Considerando che 5 delle aule attualmente a disposizione sono in stato precario e che e altre 5 dovranno essere a breve restituite alle missionarie Comboniane, è urgente la costruzione di nuove aule in  muratura, a integrazione delle 3 già esistenti.

Il progetto, similmente a quanto già realizzato nel 2005-2006 nel vicino villaggio di Metocheria Circulo, prevede la costruzione di un nuovo complesso scolastico formato da 6 aule da 56 mq l’una (divise in due blocchi) e un blocco amministrativo (con uffici, segreteria, magazzino). La nuova struttura sarà realizzata con mattoni cotti e le pareti saranno intonacate sulla faccia esterna con sabbia e cemento per proteggerle dall’erosione. La copertura sarà costituita da un tetto di lamiere zincate sorrette da travi di legno. Il pavimento verrà coperto da una gettata di sabbia e cemento. Verranno inoltre realizzate 6 latrine in muratura e un pozzo per il rifornimento di acqua potabile. Una volta raccolti i fondi necessari, l’opera sarà realizzata in 12 mesi. Il progetto ha il beneplacito della Direzione distrettuale dell’Educazione di Monapo, a cui il nuovo immobile sarà trasferito una volta realizzato.