Progetto Centro Esperanša

  • S
  • A
  • a

Progetto Centro Esperanša

Un'immagine d'archivio del Centro Esperanša

Il progetto

Ospitato inizialmente in una sede provvisoria presso il Centro de saude “1° de maio”, da gennaio 2006 il Progetto Esperança è dotato di una sede propria collocata nell’omonimo Centro comunitario, costruito ex novo dal Cesvitem nel quartiere di Maxaquene C. Si tratta di una struttura polifunzionale di 130 metri quadrati complessivi comprendenti una segreteria, una sala polivalente, una veranda, una biblioteca, una piccola cucina e i servizi igienici.

Pur essendo stato oggetto negli anni di lavori di manutenzione ordinaria, in vista del decimo anniversario della sua apertura il Centro Esperança necessita di un’opera di manutenzione straordinaria. In particolare sono necessari i seguenti interventi, che richiederanno un mese di lavoro.

Rifacimento muro di cinta. Il muro di recinzione è stato edificato in economia, senza fondamenta e con pilastri non armati. A causa anche delle abbondanti precipitazioni che cadono su Maputo durante la stagione delle piogge, attualmente presenta crepe diffuse e numerose infiltrazioni che ne mettono a rischio la stabilità. Il progetto prevede l’abbattimento del muro attuale e la costruzione di un nuovo muro alto 2,2 metri, dotato di fondamenta e pilastri in cemento armato.

Riabilitazione pavimentazione veranda. La veranda è il cuore pulsante del Centro, dove si svolgono gran parte delle attività descritte in precedenza. Dopo dieci anni i segni di usura cominciano ad essere evidenti, con la comparsa di avvallamenti e di vere e proprie buche. Si procederà dunque ad una riabilitazione complessiva di tutta la superficie calpestabile, nonché alla sistemazione della rampa d’accesso dal piano stradale e alla realizzazione della pavimentazione dinnanzi alla sala biblioteca.

Opere idrauliche. A causa dell’utilizzo quotidiano da parte di beneficiari e operatori e della conseguente usura, occorre procedere alla sostituzione della rubinetteria dei lavandini dei bagni e della cucina, nonchè di un rubinetto esterno. È ugualmente necessaria la sostituzione della cisterna per lo stoccaggio dell’acqua e dei galleggianti negli sciacquoni dei wc.

Dipintura interna ed esterna. Il Centro è già stato oggetto di una ritinteggiatura nel 2009. Ma anche in questo caso l’utilizzo quotidiano da parte di decine di utenti, oltre alla localizzazione dell’immobile in una zona di strade non asfaltate, rende necessario un nuovo intervento. La parte bassa dei muri verrà tinteggiata con uno smalto più resistente allo sporco, per il resto verrà utilizzata pittura lavabile.

A tali interventi si aggiunge la fornitura di nuovi arredi (in particolare tavoli, sedie, lavagna), di un computer per la gestione delle attività del Progetto Esperança e di materiali di consumo sufficienti per un anno di attività del Centro.