Ultime notizie

Tutti in classe: una giornata per il diritto all'istruzione

Sabato 26 settembre doppio appuntamento nell'ambito dell'iniziativa "Solidarietà in movimento": al mattino tavola rotonda all'ITCS Lazzari di Dolo, alla sera incontro pubblico a Mirano

Il 26 settembre “Solidarietà in movimento” arriva a casa del Cesvitem: il ciclo di incontri promosso dal Cipsi e dalla rivista Solidarietà Internazionale farà infatti tappa a Mirano (VE) con una serata intitolata “Tutti in classe!” interamente dedicata al diritto all’istruzione. L’appuntamento è alle 20.45 nella Sala Conferenze di Villa Errera (via Bastia Fuori, vedi mappa in allegato), per ascoltare le voci e le testimonianze di Figueiredo Rosario, rappresentante del Cesvitem in Mozambico, Cleophas Adrien Dioma, giornalista e scrittore originario del Burkina Faso, e Guido Barbera, presidente del Cipsi. Alla mattina gli stessi ospiti parteciperanno ad una tavola rotonda con gli studenti e gli insegnanti dell’ITCS Maria Lazzari di Dolo (VE). Un viaggio per parole e immagini nelle scuole del mondo, occasione per riflettere su un diritto troppe volte negato da cui dipende la possibilità per le nuove generazioni di costruire un mondo migliore.

“Questi appuntamenti - spiega Simone Naletto, presidente del Cesvitem - rappresentano per la nostra associazione un momento molto significativo, visto che per tutto il 2009 i nostri progetti e il nostro impegno nel Sud del mondo si sono concentrati in particolar modo proprio sulla promozione del diritto all’istruzione. Gli incontri di sabato 26 ci permettono in qualche modo di completare l’opera, soprattutto grazie alle testimonianze dirette di giovani uomini africani che, grazie allo studio, hanno avuto un’occasione di riscatto e la possibilità di mettersi all’opera a favore dei loro popoli”.

Particolarmente significativo sarà, in questo senso, l’incontro con gli studenti del Lazzari, che a pochi giorni dall’inizio del nuovo anno scolastico avranno modo di riflettere su un diritto, come quello all’istruzione, troppe volte dato per scontato nel nostro Paese. “Siamo convinti - sottolinea Naletto - che solo investendo sulle nuove generazioni possiamo realmente costruire un domani di giustizia e benessere condiviso. Per questo, da un lato dobbiamo favorire l’accesso all’educazione di milioni di bambini e ragazzi del Sud del mondo ancor oggi esclusi dal sistema scolastico, su cui incombe un futuro di miseria e povertà. Ma dall’altro lato dobbiamo confrontarci con i ragazzi del Nord del mondo, valorizzare le loro potenzialità, riflettere con loro su come il futuro del nostro pianeta dipenda in gran parte dalla loro capacità di creare ponti di solidarietà e conoscenza reciproca con i loro coetanei del Sud”.

“Solidarietà in movimento” è un’iniziativa promossa da Solidarietà Internazionale, la rivista mensile del Cipsi, con il contributo del Ministero Affari Esteri nell’ambito del Progetto “Rivista Solidarietà Internazionale”.

Notizia del 14/09/2009


Ultime notizie