Ultime notizie

Siamo pronti per tornare a scuola!

Al Cesvitem sono settimane di intenso lavoro. Sono in corso di revisione ed elaborazione i laboratori di educazione alla cittadinanza globale per le scuole. Diritti, sviluppo sostenibile, nuovi stili di vita: il sogno di un mondo più giusto inizia in classe.

La scuola non finisce mai. Chiuso da poche settimane l’anno scolastico 2016-2017, al Cesvitem siamo in pieno fermento per l’elaborazione delle nuove proposte di educazione alla cittadinanza globale. Perché se il sogno è di costruire un mondo più giusto, il punto di partenza non possono che essere i bambini e i ragazzi che domani questo mondo lo avranno in mano.

Facendo un passo indietro, per la nostra associazione quello concluso a giugno è stato un anno scolastico davvero intenso: 53 laboratori realizzati, 1.606 studenti incontrati, 112 insegnanti coinvolti. 82 ore complessive a girare di classe in classe, parlare di diritti, sviluppo sostenibile, stili di vita, giustizia. A riflettere e capire assieme ai ragazzi che in fondo, come dice l'ex presidente dell'Uruguay José Mujica, il primo passo da fare è imparare a pensare come specie umana e non come individui. Un ricco pacchetto di esperienze che siamo riusciti ad offrire in modo totalmente gratuito, grazie al contributo dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo nell’ambito del Progetto Esmabama (AID 010562-CESVITEM-MOZ) e, rispetto al Progetto Energy with Africa, delle Acli Provinciali di Venezia.  

Tutto questo impegno ha già dato i suoi primi frutti solidali, come dimostrano i tanti esempi di classi e scuole che, dopo la realizzazione dei laboratori, si sono impegnate in attività di raccolta fondi a favore dei nostri progetti nel Sud del mondo: c’è chi ha finanziato lo scavo di un pozzo in Ciad, chi ha sostenuto il restauro dei Clubes de madres di Trujillo, chi ha avviato per la prima volta un sostegno a distanza e chi ha confermato l’ormai ultradecennale sostegno a nove bambini e ragazzi dei nostri progetti. A tutti - studenti, insegnanti e famiglie - il nostro più sentito grazie.

In queste settimane stiamo rivedendo e aggiornando i contenuti dei singoli laboratori, in costante ricerca di nuove e più efficaci metodi di comunicazione per favorire il coinvolgimento degli studenti. A livello tematico, sono confermati i laboratori dedicati ai diritti fondamentali, ovvero istruzione (Tutti in classe), acqua (Facile come bere un bicchier d’acqua) e cibo (Il piatto piange). Confermate anche le proposte sullo sviluppo sostenibile (Nuovi equilibri) e sulla globalizzazione (Condominio mondo), è in elaborazione “A casa loro”, un nuovo laboratorio sugli equilibri Nord-Sud nel campo dell’utilizzo delle risorse. Tutti i percorsi, partendo dai progetti e dai contesti geografici in cui opera il Cesvitem, puntano a mettere in luce le nostre responsabilità come cittadini del mondo, sottolineando come nella realtà globalizzata in cui viviamo le conseguenze delle nostre azioni finiscano per influenzare, nel bene e nel male, la vita di persone e comunità a migliaia di chilometri da noi.

I laboratori hanno una durata di una o due ore a seconda del contenuto. Per motivi logistici, gli incontri possono essere richiesti da scuole con sede nelle province di Venezia, Padova e Treviso. Le attività sono adatte ad alunni e studenti di ogni grado, dalla terza classe della scuola primaria in su. Gli interventi sono gratuiti, fatto salvo il rimborso spese per gli spostamenti dell’operatore. In cambio il Cesvitem richiede la possibilità di distribuire a studenti, insegnanti e operatori della scuola un kit di materiale informativo sull’associazione e le sue attività e l’effettuazione tra gli studenti di una raccolta fondi (con modalità e tempi a discrezione degli insegnanti e senza alcun “obiettivo minimo” da raggiungere in termini economici) a favore di uno dei progetti di solidarietà promossi dall’associazione. Per maggior informazioni consultare il link nel box Approfondimenti.

Notizia del 20/07/2017


Ultime notizie