Ultime notizie

In arrivo il nuovo numero del Girotondo

È in arrivo nelle case dei nostri sostenitori il nuovo numero della rivista ufficiale del Cesvitem, tutto dedicato al Progetto Esmabama: dal cuore del Mozambico il report del primo anno di attività, le testimonianze dei protagonisti sul campo, il racconto dell’impegno per una promozione a tutto campo dei diritti fondamentali.

È in arrivo nelle case dei nostri sostenitori il nuovo numero de “Il Girotondo”, la rivista ufficiale del Cesvitem. Un viaggio per parole e immagini per raccontare non solo i progetti della nostra associazione, ma anche i luoghi e le persone a cui dedichiamo il nostro quotidiano impegno nel Sud del mondo.

Quello appena uscito dalla tipografia è un numero monografico interamente dedicato all’importante iniziativa di sviluppo rurale che Cesvitem ed Esmabama stanno realizzando nella provincia di Sofala con il cofinaziamento della Cooperazione Italiana (la stessa rivista è stata stampata e distribuita con il contributo dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Svluppo, progetto AID 010562/CESVITEM/MOZ). Dal report del primo anno di attività alle testimonianze dei protagonisti, pagina dopo pagina raccontiamo l’impegno per una promozione a tutto campo dei diritti fondamentali.

“Un progetto a cui teniamo in modo speciale - scrive il presidente del Cesvitem Simone Naletto nell’editoriale - perché, crea un legame indissolubile tra diritti troppo volte negati. Si parte dall’agricoltura, quindi dall’alimentazione. Ma si passa e si arriva per l’acqua, l’istruzione, la salute. La possibilità di una vita dignitosa passa per il rispetto di queste istanze fondamentali. Senza questa visione globale dell’essere umano, non faremo mai un passo in avanti sul piano dello sviluppo, sia del singolo che di interi popoli”. Il simbolo è una delle prime piante di mais cresciute, grazie al progetto, nella missione di Estaquinha. “Questa pianta - sottolinea Naletto - è stata seminata e si è sviluppata al culmine di una delle più gravi siccità che abbiano colpito l’Africa negli ultimi decenni. Con le sue foglie verdi, è davvero un simbolo di rinascita e speranza. La dimostrazione che, anche nei contesti più difficili e nelle condizioni più svantaggiose, si può comunque riuscire a costruire qualcosa di buono. Si può, metaforicamente e non solo, gettare il seme di un futuro migliore anche per la gente del Sud del mondo”.

Particolarmente significative, per comprendere a fondo il significato di questo progetto, le pagine con le interviste ad Armando Cunguara, responsabile progetti di Esmabama, Carlitos Josefe, docente all’Escola Rural Familiar di Estaquinha, e Benedetto Altamura, ingegnere meccanico con una ventennale esperienza nella promozione di progetti idrici in Mozambico.

L’ultimo numero del Girotondo, così come tutto l’archivio della rivista dal 2002 a oggi, è consultabile gratuitamente on line, utilizzando i link nel box Approfondimenti.

Notizia del 28/06/2017


Ultime notizie