Ultime notizie

Approfondimenti

Riapre nelle scuole l'Officina di Especondigiò

Torna anche quest’anno l’Officina di Especondigiò, la proposta per le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado promossa dal settore Educazione allo Sviluppo (Eas) del Cesvitem: 19 laboratori, 4 spettacoli teatrali e 5 percorsi di formazione per insegnanti non solo per sensibilizzare alle problematiche dei paesi del Sud del mondo, ma anche per conoscere e capire la nostra realtà, il nostro modello di sviluppo e quanto questo possa influenzare gli altri.

L’approccio educativo utilizzato è tutto nel nome dell’iniziativa. Officina come luogo del fare, Especondigiò parola cannocchiale che contiene in sé i quattro elementi fondanti: esperienza, conoscenza/condivisione, dialogo, gioco. Su questo solco si muovono anche le proposte per il 2008-2009, suddivise in tre grandi aree tematiche: intercultura, educazione ambientale e gestione non violenta del conflitto. I laboratori sono percorsi didattici (otto ore ripartite in quattro incontri) rivolti a singoli gruppi classe, realizzati durante l’orario scolastico in accordo con l’insegnate di riferimento. Le animazioni teatrali coinvolgono invece contemporaneamente un massimo di 100/120 alunni e richiedono un’ora e mezza tra presentazione della tematica, spettacolo, discussione e approfondimento. Le attività di formazione per insegnanti offrono metodi e strumenti di lavoro utili ad una adeguata formazione interculturale per la professione di docente: ogni percorso (massimo venticinque partecipanti) prevede dodici ore ripartite in tre o quattro incontri.

Per maggiori informazioni consultare la pagina del settore Eas (link nel box Approfondimenti).

Notizia del 22/09/2008


Ultime notizie