Ultime notizie

Coro Nozze di Cana, una solidarietà che canta

Dopo otto anni di attività si è conclusa l'attività del coro di Mirano specializzato nell'animazione di cerimonie di matrimonio: una storia strettamente intrecciata con la solidarietà, con importanti ricadute anche sui progetti Cesvitem.

Si può essere solidali anche cantando. Nella rete di migliaia di amici che sostengono anno dopo anno i progetti del Cesvitem, la storia del coro Nozze di Cana emerge sicuramente per la sua originalità. Una storia che ora finisce, ma che si proietta nel futuro grazie a quanto seminato in questi ultimi anni.

Nozze di Cana è un coro specializzato nell’animazione di cerimonie di matrimonio, nato nel 2005 per iniziativa di un gruppo di giovani uniti dalla passione per la musica e per il canto. In otto anni hanno accompagnato i matrimoni di circa cento coppie, arricchendole con un tocco di solidarietà. I compensi ricevuti dagli sposi sono stati devoluti interamente, anno dopo anno, a numerosi progetti ed iniziative solidali. Una generosità di cui hanno beneficiato anche i progetti del Cesvitem. In questi anni il coro ha infatti contribuito al Mutitu Water Project (Kenya), al Progetto CIP Trujillo e al Progetto Anti Anemia (Perù). E ancora: attraverso il progetto di sostegno a distanza Becas tre studenti hanno potuto completare la scuola secondaria e due ragazze sono state sostenute nei loro studi universitari. Gesti davvero significativi che restano anche ora che il coro si è sciolto. “È stata una decisione difficile - raccontano i membri di Nozze di Cana -, maturata dalla consapevolezza di non riuscire più a portare avanti con costanza e tranquillità il nostro servizio. Si cresce, ci si sposta, chi per lavoro, chi per famiglia, chi per necessità e tutto diviene più complicato. Prevale comunque la soddisfazione per aver partecipato alla gioia di così tanti giovani sposi; e per aver contribuito, attraverso le loro offerte, al sostegno di alcuni progetti di sviluppo nei paesi del Sud del Mondo e in altre situazioni di difficoltà e, talvolta, di emergenza”.

Al di là delle donazioni, il coro ha svolto un’importante attività di promozione delle singole realtà di volta in volta sostenute. Agli sposi veniva infatti comunicato il progetto finanziato con l’offerta, con relativo aggiornamento nei mesi successivi sul progresso dei lavori e delle attività. “Il tutto privilegiando sempre la conoscenza e lo scambio con tutte le associazioni con le quali abbiamo collaborato, per raccontarci le reciproche esperienze, imparare, conoscere. Certamente una goccia nell’oceano delle necessità e dei problemi con cui molte persone, in tutto il mondo, quotidianamente devono convivere. Ma goccia dopo goccia, l’obiettivo è sempre stato quello di donare speranza, ragione di vita, gioia, sorrisi”.

“Ringraziamo di cuore il coro Nozze di Cana - afferma il presidente del Cesvitem Simone Naletto - per quanto fatto in questi anni a favore dei nostri progetti. Un grazie sia per le donazioni, sia per aver colto in pieno il senso più profondo del nostro impegno nel Sud del mondo: un impegno fatto in primo luogo di incontro, di relazioni, di confronto, nella certezza che un mondo migliore possa nascere solo su queste basi”. 

Notizia del 06/03/2013


Ultime notizie