Ultime notizie

Undici milioni di tappi per il diritto all'acqua

La nostra sede "invasa" dai sacchi di tappi

Undici milioni di tappi per il Mutitu

La raccolta tappi solidale promossa dal Cesvitem taglia un traguardo dal valore non solo simbolico. In due anni con questa semplice iniziativa abbiamo portato l'acqua a dieci famiglie keniane.

Quota 10 milioni ce la siamo, letteralmente, bevuta. Con l’ultimo carico, la raccolta tappi solidale promossa dal Cesvitem ha varcato un traguardo simbolico che la dice lunga sulla riuscita di questa iniziativa. Nelle scorse settimane abbiamo infatti consegnato ad una ditta specializzata nel riciclaggio di materie plastiche altri 2.035 chilogrammi di materiale. In totale, da quando abbiamo lanciato la campagna nel 2010, fanno oltre 16 mila chilogrammi, pari a qualcosa come 11,2 milioni di tappi.

“Siamo sorpresi anche noi - commenta il presidente del Cesvitem Simone Naletto - di come la raccolta si sia estesa a macchia d’olio, coinvolgendo decine di realtà e migliaia di persone. In prima battuta avevamo coinvolto le scuole primarie di Mirano, con l’intento di unire l’educazione ambientale con la solidarietà. Nel giro di nemmeno due anni, grazie al passaparola, si sono aggiunti tantissimi altri istituti scolastici, esercizi commerciali, associazioni e privati cittadini”. Il crescendo in effetti è notevole: 3.675 chilogrammi raccolti nel 2010, 7.200 nel 2011, 5.295 solo nel primo semestre 2012.

Ma la cosa più importante è che da questa raccolta sono stati ricavati 2.910 euro: una cifra sufficiente a portare l’acqua a 10 famiglie povere attraverso il Mutitu Water Project, il grande acquedotto nel cuore del Kenya che stiamo accompagnando da quasi quindici anni. “Ci piace pensare che le persone che partecipano alla raccolta pensino, ogni volta che mettono da parte un tappo, alle famiglie povere in attesa di collegare le loro abitazioni alle linee del Mutitu. Un gesto che a noi non costa nulla può regalare una vita migliore a centinaia di persone”.

Partecipare alla raccolta tappi, per chi è residente a Mirano o nelle zone limitrofe, è semplicissimo: basta utilizzare gli appositi bottiglioni sparsi in tante scuole, bar e negozi, oppure portare quanto raccolto direttamente alla sede del Cesvitem. Chi volesse fare un passo in più può organizzare una raccolta nel proprio condominio, o sul proprio posto di lavoro, sensibilizzando parenti, amici e colleghi. Basta contattare la nostra segreteria per ricevere uno o più bottiglioni, nonché il materiale informativo sulle modalità della raccolta e sul Mutitu Water Project. Semplice. Proprio come stappare una bottiglia.

Notizia del 25/07/2012


Ultime notizie