Ultime notizie

Alex ce l'ha fatta: è all'università!

Alexander, il ragazzo peruviano di cui avevamo raccontato la storia su queste pagine, ha realizzato il suo sogno: ha superato i test d'ingresso e studierà ingegneria agroindustriale. Un grande successo per il Progetto Becas de Estudio

Alexander ce l’ha fatta. Dal Progetto Becas de Estudio ha spiccato il volo verso un futuro migliore. Avevamo già raccontato la sua storia, sia su queste pagine che nell’ultimo numero del Girotondo. Avevamo già raccontato il suo sogno di frequentare l’università e di rendersi utile agli altri, per ricambiare quanto ricevuto in questi anni attraverso il Cesvitem. Ora tutto questo sta divenendo una splendida realtà. Nelle scorse settimane Alex ha infatti affrontato i test d’ingresso per la facoltà di ingegneria agroindustriale all’Università Nazionale di Trujillo: su 108 candidati (con solo undici posti disponibili), ha ottenuto un brillantissimo quarto posto, che gli apre le porte di una nuova carriera scolastica.

Un grande risultato, visto che l’UNT è l’unico ateneo pubblico del nord del Perù, con centinaia di ragazzi che arrivano a contendersi i pochi posti disponibili. Ma anche un grande premio per la forza di volontà di Alex, che ha saputo rialzarsi dalla delusione dello scorso marzo, quando non era riuscito ad entrare alla facoltà di medicina. “Avevo promesso che ci avrei riprovato - spiega Alex -. E dopo l’insuccesso di marzo ho ripreso a prepararmi con ancora più voglia e impegno. Quando mi hanno comunicato che ce l’avevo fatta la gioia mi è esplosa dentro. Sono felice per me, ma anche per i miei genitori e per la mia madrina che in tutti questi anni mi ha aiutato dall’Italia: loro mi hanno sostenuto nei primi passi della mia vita, ora potrò cominciare ad aggiungere da solo i passi che mi mancano”. Le lezioni cominceranno il prossimo aprile, ma Alex non si è di certo adagiato sugli allori. “Mi sono iscritto al cosiddetto “ciclo zero” dell’università, per approfondire le mie conoscenze di matematica e iniziare nel migliore dei modi il primo anno. Di sera studio inglese e nel tempo libero cerco di dare una mano agli operatori del Cesvitem, per ricambiare tutto quello che hanno fatto e stanno facendo per me. Hanno sempre appoggiato i miei sforzi e mi hanno incoraggiato ad andare avanti: e questo per me è stato davvero molto importante, perché non mi sono mai sentito solo”.

“I successi scolastici di Alex - sottolinea Simone Naletto, presidente del Cesvitem - sono per noi motivo di grande orgoglio. La sua storia va ad aggiungersi a quelle di tanti ragazzi che in questi anni, grazie alla nostra associazione e ai nostri progetti di sostegno a distanza, hanno potuto dare una svolta alle loro vite, uscendo da una condizione di povertà estrema e assumendo ruoli sempre più significativi all’interno delle loro comunità. Questo, per noi, è il vero autosviluppo”. “Alexander - prosegue Naletto - ha ancora molta strada da fare, ma siamo sicuri che le sue capacità e la sua forza di volontà lo porteranno lontano. Siamo certi che la sua storia rappresenterà uno stimolo in più per tutti i bambini e i ragazzi coinvolti nei nostri progetti a Trujillo. Un grazie di cuore, infine, va alla madrina di Alex, che lo ha seguito e sostenuto economicamente in tutti questi anni e che, con grande generosità, ha scelto di continuare ad aiutarlo anche all’università”. In bocca al lupo Alexander Miranda Ramos!

Notizia del 04/11/2009


Ultime notizie